Accendi le stelle

Durante un’intervista, una giornalista mi ha detto che il mio libro è bello ma troppo lungo e complesso. Così ho pensato di riassumerlo in sei canzoni per bambini. La sesta (e ultima) è quella che riassume meglio tutto il libro.
01, Immagina di avere una piccola barca. Questa barca è la tua idea. Unica e in grado di cambiare il futuro, tuo e di tutti i tuoi amici.

02, La prima cosa da fare è trovare il mare più adatto dove far navigare la tua barca. Il giusto contesto dove la tua idea possa crescere e trasformarsi in qualcosa di valore. Un po’ come una zucca che diventa una carrozza.

03, Una volta che la tua barca è nel mare ti serve il vento per farla andare lontano. Questo vento sono le persone che credono con te alla tua idea — anche se apparentemente è assurda, come mettere un elefante su una ragnatela.

04, Le persone però non bastano, per sviluppare un’idea servono anche le risorse. Non tante risorse, giusto lo stretto indispensabile.

05, Ora la tua barca è pronta per partire e arrivare fino in porto dove può incontrare altre barche e altre persone. Con le giuste risorse e le giuste persone la tua idea è pronta per essere sviluppata e per trasformarsi nel tipo di lavoro che ti dà felicità.

06, Ma così come le barche non son fatte per stare in porto anche la tua idea deve volare e trasformarsi in una stella. Perché essere primo in qualcosa che è già stato fatto quando puoi essere unico in qualcosa che nessuno ha ancora fatto?