Lavori straordinari.


“One machine can do the work of fifty ordinary men. No machine can do the work of one extraordinary man.”
– E. Hubbard

Più di un secolo fa, l’autore americano Elbert Hubbard ebbe un’intuizione: una macchina può fare il lavoro di 50 uomini ordinari. Ma nessuna macchina può fare il lavoro di un uomo straordinario. E se questo era vero all’inizio del secolo passato, oggi lo è ancora di più. L’automatizzazione del lavoro riguarda unicamente i lavori ordinari, ovvero quei lavori che possono essere decodificati e quindi automatizzati. Mentre non riguarda e non potrà mai riguardare quei lavori straordinari che non possono essere tradotti in un algoritmo.

A domani, Jacopo.

Leave a Comment