La relatività della normalità.


Due mesi fa andare in giro con una mascherina in faccia per proteggersi da virus e germi era anomalo. Oggi è la normalità. Vent’anni fa andare in giro con una macchina fotografica e fare foto a tutto quello che si viveva o si vedeva era anomalo. Oggi è la normalità. Trent’anni fa girare per le strade o sui mezzi con lo sguardo abbassato su un monitor accesso era anomalo. Oggi è la normalità.

Nel bene e nel male, la normalità è un concetto molto relativo e in continua evoluzione. E questo dovrebbe spingerci a mettere sempre un punto di domanda a quello che diamo per scontato.

A domani, Jacopo.

Leave a Comment