Mascherine e altre buone abitudini.


Antropologicamente parlando, la mascherina (e come la usiamo) è uno dei fenomeni più interessanti che abbia mai avuto occasione di osservare. Spesso le teniamo sul mento, altre volte le teniamo quando siamo soli ma ce le togliamo appena parliamo con qualcuno, oppure le portiamo ma solo sulla bocca e non sul naso. E perché le portiamo? Per proteggere noi stessi dagli altri. O per proteggere gli altri da noi stessi.

Sebbene ci sia ancora un po’ di confusione sul come (e sul perché) indossarla, la mascherina ha messo in luce una cosa molto interessante: se vogliamo (o dobbiamo) cambiare, siamo in grado di cambiare le nostre abitudini quotidiane da un giorno con l’altro.

E questa è una caratteristica fondamentale di noi esseri umani, perché credo che l’unico modo per cambiare (in meglio) le sorti del nostro pianeta sia cambiare le nostre abitudini quotidiane. Quello che mangiamo, come ci spostiamo, gli oggetti che acquistiamo, come li usiamo.

È vero, la tecnologia è importante. La politica può (forse) fare la sua parte. Ma nulla potrà cambiare le sorti del nostro pianeta come le persone che lo abitano (ovvero noi).

A domani, Jacopo.