“Se pensiamo di aver capito qualcosa, vuol dire che non abbiamo capito nulla. ”

- N. Bohr

#110: È venerdì, segui una ToDo List come Cartesio! 🗓️

Buongiorno!

Se pensiamo di aver capito qualcosa, vuol dire che non abbiamo capito nulla. Lo diceva il fisico danese Niels Bohr, una persona che, oltre ad aver vinto il Premio Nobel per la fisica nel 1922 e aver compreso i misteri della meccanica quantistica, un giorno scrisse che le previsioni sono sempre azzardate, soprattutto quando riguardano il futuro.

Qualche newsletter fa, avevo condiviso un report del World Economic Forum con i principali rischi dei prossimi 10 anni, molti dei quali legati al cambiamento climatico. Nessuno dei 10 rischi più probabili prevedeva un’epidemia legata a un virus.

E invece è arrivato un virus che ci ha preso totalmente impreparati e che sta mettendo a dura prova la nostra stabilità. In questo periodo in cui, molti (quasi tutti direi…) lavorano da casa o non lavorano proprio, uno dei modi migliori per rimanere attivi e motivati è farsi una lista delle cose che si vogliono e si devono fare. E, seguendo l’esempio di Cartesio (vedi sotto), rispettarla con determinazione meccanica.


Cartesio e l’importanza delle ToDo List.

Mi sento di dire che il filosofo francese Cartesio sia stata una delle figure più rivoluzionarie della storia della Filosofia. Con il suo pensiero infranse la visione medioevale della realtà come ordine gerarchico e introdusse l’idea di una realtà meccanicistica dove l’uomo pensa, dunque è, ossia esiste e la ragione diviene il fondamentale organo di verità.

All’interno del suo celebre Discorso sul metodo, il filosofo francese Cartesio si dà solo quattro regole per vivere, a patto di prendere la ferma e costante risoluzione di non mancare di rispettarle neanche una sola volta. Una delle massime che hanno sempre guidato il filosofo francese lungo tutta la sua vita era quella di essere quanto più possibile fermo e risoluto nelle proprie azioni. Si dava un obiettivo e lo portava a termine.

È una visione molto meccanica della disciplina. Forse troppo. Ma in certi periodi aiuta. Soprattutto quando non abbiamo un capo che ogni giorno ci dice cosa dobbiamo fare e sta a noi organizzarci per portare a termine i nostri obiettivi.

In questi casi fare una ToDo List e seguirla in modo meccanico è essenziale. Crearsi slot di tempo per il proprio lavoro, altri per le persone con cui condividiamo la vita e altri per prenderci cura di noi stessi.

Lo strumento più importante per fare una buona ToDo List e, più in generale, gestire il nostro tempo e le nostre attività è saper dare la giusta priorità alle cose. E questo è uno strumento che non troviamo da nessuna parte. Tuttavia esistono molti strumenti che possono aiutarci ad organizzare meglio il nostro lavoro, tra questi:

  • Un software per la gestione degli appuntamenti come Genbook.
  • Una piattaforma di ToDo List condivisa come Trello.
  • Uno strumento per organizzare gli incontri come Calendly.
  • Un calendario pratico e condivisibile come Google Calendar.
  • Una ToDo List digitale come Todoist oppure TeuxDeux.
Leggi altre storie

Un grafico che ho trovato in Rete.

La precarietà ai tempi del Covid-19.

Link & Post.

Europa Vs America.

A Milano capita spesso di fare e vedere code al supermercato. E questo penso accada anche in altre città europee. Fortunatamente però, non mi è mai capitato di vedere lunghe code fuori da negozi che vendono armi. Cosa che in America invece succede. Guarda le foto

Libri consigliati.

Una raccolta di commenti certificati e autorevoli su romanzi e saggi. Leggi i commenti

Città ferme.

Una classifica, aggiornata di giorno in giorno, su quanto i cittadini di una città si sono fermati. Guarda la classifica

Quarantivity.

Quarantivity (Quarantine + Creativity = Quarantivity) è un sito che raccoglie progetti positivi nati in quarantena. Guarda il sito

Prevenire il CoronaVirus.

In questo articolo una lista di buone abitudini per aumentare la forza del nostro sistema immunitario. Leggi l’articolo

Il mondo dopo il CoronaVirus.

Sul Financial Times, Yuval Noah Harari prova a immaginare il mondo dopo il CoronaVirus. Leggi l’articolo

Riciclabile non vuol dire riciclato.

Sempre più pack in plastica sono in plastica riciclabile, e questo è un bene. Tuttavia il fatto che sia riciclabile non vuol dire…  Leggi il mio post

Stile di vita.

Quando si sceglie un lavoro quello che conta non è lo stipendio, e neanche quello che facciamo. Ma quello che…  Leggi il mio post

Da tutte le direzioni.

Ho letto questa frase qualche giorno fa: “Un buon programmatore guarda sempre da entrambi i lati prima di attraversare una strada a senso unico”. È una frase del professore…  Leggi il mio post


Muri Filosofici.

Sui muri di Milano. #murifilosofici.

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo