“Abbiamo un’economia dove rubiamo il futuro, lo vendiamo nel presente e lo chiamiamo PIL.”

- P. Hawken

#121: È venerdì, Anti Spreco Business Model 🍲

Buongiorno!

Durante il Lockdown abbiamo fatto talmente tanti acquisti su Amazon che il gigante dell’ecommerce ha rischiato di andare in tilt. Per la prima volta, ha messo in atto strategie per contenere le vendite e tornare ai ritmi di vendita pre-pandemici.

Sembra un paradosso, ma non lo è se pensiamo che le aziende che ci danno prodotti in packaging di plastica ci suggeriscono di usare meno plastica. Le aziende che ci danno tabacco ci invitano a fumare meno. Le aziende che ci danno cibo o bevande piene di zucchero ci consigliano di assumere meno zuccheri. Le aziende che ci danno alcool ci suggeriscono di bere responsabilmente. YouTube ci ricorda di prenderci una pausa dai suoi video. E le Big Tech che ci riempiono ogni momento della nostra giornata con la loro tecnologia, ci danno strumenti per disintossicarci dalla tecnologia.

Riprendendo il tema della newsletter passata, penso che il periodo storico che stiamo vivendo sia un buon momento per mettere dei punti di domanda a quello che da tempo diamo per scontato. Per mettere in discussione le nostre abitudini.

Una delle tante domande che possiamo farci è: ci serve davvero quello che pensiamo ci serva?

Ci serve davvero spostarci ogni giorno per andare in ufficio o a scuola? Ci serve davvero fare tutte le riunioni che facciamo? Ci servono davvero tutte le cose che compriamo? Ci serve davvero usare la macchina tutti i giorni? Ci serve davvero controllare sempre il cellulare? Ci serve davvero condividere tutto quello che facciamo? Ci serve davvero passare due ore e ventidue minuti al giorno sui Social Network? Ci serve davvero raddoppiare ogni anno il nostro fatturato? Ci serve davvero avere milioni di follower?

Magari sì. Ma magari anche no. E questo è un buon momento per chiederselo.

– Jacopo

PS: Se ti piace questa newsletter, copia/incolla questo link e condividila.


Anti Spreco Business Model.

Qualche anno fa avevo proposto a una catena di supermercati un progetto che provava a trovare una soluzione a un problema importante: oggi quasi il 90% delle eccedenze alimentari nei Supermercati viene buttato.

Il progetto si chiamava 48Food e l’idea era di offrire cibo da consumare (preferibilmente) entro 48 ore, con il 48% di sconto, consegnato a casa ogni Venerdì mattina.

48Food non è poi andato in porto (se ti interessa scrivimi e ti mando la presentazione), ma fortunatamente ci sono molti altri progetti che provano a contrastare lo spreco di cibo tanto nella GDO quanto nella vita di tutti i giorni: Toogoodtogo combatte lo spreco alimentare. Bella Dentro combatte gli sprechi ortofrutticoli (qui trovi l’intervista che gli avevo fatto per FIRED). Full Harvest rimette in commercio cibi scartati. MyFoody propone offerte sui prodotti in scadenza (racconto la loro storia nel libro Inventati il lavoro).

Nel mondo ci sono circa 800 milioni di persone che sono denutrite e senza accesso all’acqua potabile, tuttavia ogni anno, circa un terzo del cibo prodotto nel mondo viene sprecato. E questo accade tanto con il cibo quanto con molti altri prodotti.

Oggi viviamo un’epoca di abbondanza e molta di questa abbondanza viene sprecata o sotto-utilizzata, grazie alla tecnologia però possiamo creare nuovi modelli di business per collegare risorse inutilizzate (offerta) con persone che possono essere interessate a utilizzarle (domanda).


Un grafico.

Disuguaglianza in bianco e nero (fonte: Internazionale).

Link & Post.

Antirazzisti 01/03.

Quello che sta accadendo in queste settimane in America è fuori dal tempo. Assurdo. Da persone bianche, possiamo pensare che il razzismo sia passato, superato, ma in realtà non è mai scomparso. Qui trovi un po’ di risorse per diventare persone bianche meno razziste. Diventa meno razzista

Antirazzisti 02/03.

Qui invece trovi una lunga lista di eventi (dal 1619 ad oggi) che hanno portato alle proteste post 25 Maggio. Leggi l’articolo

Antirazzisti 03/03

Questo articolo mette in luce similitudini e differenze tra le manifestazioni che si stanno tenendo in America in questi giorni e quelle passate. Leggi l’articolo

Untools.

Una raccolta di strumenti per pensare meglio. Pensa meglio

Cervello Umano vs AI.

In questo articolo perché il cervello umano è ancora (per ora) più efficiente di un’intelligenza artificiale. Leggi l’articolo

Covid e ADV.

Un report su come il Covid ha impattato sul prezzo delle pubblicità. Guarda il report

Imprese alla Popper.

In merito alla veridicità di una teoria, Karl Popper aveva le idee piuttosto chiare. Per il filosofo austriaco esistono solo due tipi di teorie: Le teorie che…  Leggi il mio post

Crescita (fine a se stessa).

Per molte aziende la crescita è un imperativo fine a se stesso. Bisogna crescere. Bisogna raddoppiare il fatturato. Ma non sempre è così. Crescere ha senso…  Leggi il mio post

A scuola di Fake News.

In Finlandia viene insegnato agli studenti come identificare Fake News. La trovo un’idea straordinariamente utile. “Come informarsi” è una delle tante cose che la scuola…  Leggi il mio post


Muri Filosofici.

Sui muri di Milano. #murifilosofici.

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo