#133: È venerdì, reinventare il Self-Help. 📱

Buongiorno!

Nelle ultime mail sono stato un po’ prolisso (del resto era Agosto…) oggi sarò più stringato, anche perché questa settimana sono in aula tutti i giorni dalle 8.30 alle 22.00 per la concentration di imprenditorialità in SDA Bocconi. Rispetto all’anno scorso, siamo distanziati, mascherati e sanificati, ma almeno siamo (finalmente) tornati in aula.

– Jacopo

PS: Se ti piace questa newsletter, copia/incolla questo link e condividila.


💡 Reinventare il Self-Help.

Il Self-Help (auto-miglioramento) è un mercato che solo in America vale più di dieci miliardi di dollari e comprende tutti gli strumenti e i servizi che aiutano le persone a risolvere problemi personali o realizzare se stessi.

È un mercato dominato principalmente da libri e conferenze. Tuttavia si stanno diffondendo nuovi modelli di business più ibridi e interattivi. Trip per esempio è una app che promette (non è ancora stata lanciata) di unire neuroscienza e psicologia per espandere la nostra mente.

Un tempo Trip sarebbe stato un libro, di Self-Help appunto, oggi invece grazie alla tecnologia di cui disponiamo possiamo creare esperienze più personalizzate e coinvolgenti con un modello di Revenue a subscription in modalità Freemium. Per provare la app non pago nulla, se poi la trovo utile la pago fino a quando la uso.


📊 Un grafico che ho trovato in rete.

Questo grafico dell’Economist lo trovo particolarmente interessante per i tempi (professionali) che stiamo vivendo. Dal Lockdown sono aumentati tanto i meeting cui partecipiamo quanto le persone che ci partecipano (solo su Zoom si fanno 300 milioni di meeting al giorno).

E, numeri a parte, è un trend che ho percepito anche io. Visto che le riunioni sono online tendiamo a chiedere a più persone di parteciparci. “Ti aggiungo al meeting delle 15, se riesci partecipa…”

Il problema è che, per quella che è la mia esperienza, in una riunione, meno si è e più si decide. E quindi meeting con tante persone rischiano di essere molto dispersivi, soprattutto se sono online dove il tasso di attenzione è già di per sé ridotto.


🗞️ Link & Post:

Sir Ken Robinson. Settimana scorsa è mancato Sir Ken Robinson esperto di creatività che ha spesso messo in discussione il sistema scolastico tradizionale. Guarda il suo TED

No ai Social Media. In questo articolo il padre della realtà virtuale Jaron Lanier racconta perché i Social Media sono dannosi e perché dovremmo smettere di usarli subito. Leggi l’articolo

Carriere alla Google. Il settore dell’Education sta cambiano, e di molto. Google prova a cambiarlo con un progetto che promette di preparare gli studenti per lavori in settori in crescita in solo sei mesi e senza sommergerli di debiti. Segui i corsi

Film Futuristici. In questo video una futurologa consiglia film futuristici, da Matrix a Gattaca. Guarda il video

Sfondi per Zoom. Visto che passiamo tanto tempo su Zoom (e simili) in questo articolo una selezione di siti che propone sfondi per Zoom. Leggi l’articolo

Robot Revolution. Un articolo del National Geographic che esplora le potenzialità e i limiti dell’avvento dei robot. Leggi l’articolo

Leggere vs Vedere. Vedere non vuol dire leggere. Leggere richiede tempo e concentrazione. Vedere è invece un’azione più istintiva e immediata. Sono due…  Leggi il mio post

Una parola: Robot. L’etimologia della parola Robot dice molto sul suo significato. Viene dalla parola ceca “Robot” che vuol dire…  Leggi il mio post

Soldi e saggezza. I soldi non portano la felicità. Però portano alla serenità. E la serenità porta (tendenzialmente) a fare scelte più sagge. È una teoria che ho scoperto leggendo il…  Leggi il mio post


Muri Filosofici:

#murifilosofici.

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo