È Venerdì, bacia tante rane! 🐸


Buongiorno !
Oggi è Venerdì e non potrebbe esserci momento migliore per provarci e riprovarci fino a quando non riesci a inventarti il lavoro. Ecco otto cose che mi fa piacere condividere con te questa settimana:

01 / Nella serie televisiva How I Met Your Mother, Barney Stinson aveva un tizio per ogni compito. Il tizio per i vestiti, il tizio per le scarpe, il tizio per i biglietti, il tizio per i club e, nel caso non avesse un tizio per qualcosa, aveva il tizio per i tizi che gli trovava un tizio. Questo “network di tizi” gli permise di realizzare sfide incredibili e diventare il personaggio più amato della serie. Quando ti stai inventando il lavoro, ti consiglio di seguire l’esempio di Barney Stinson e trovare un tizio per ogni compito. Quando lavori in proprio infatti, non puoi mai sapere con esattezza ogni competenza di cui avrai bisogno, quindi il modo migliore per essere sempre pronto a qualsiasi lavoro ti venga proposto senza appesantire la tua struttura è avere una rete di professionisti fidati da chiamare quando ne hai bisogno.

02 / A tal proposito, oggi grazie alle molte piattaforme on line di gig economy puoi trovare professionisti con cui collaborare in un attimo. Io per esempio uso Fiverr.

03 / Nel film “Mi sdoppio in 4” invece, Doug Kinney (interpretato da Michael Keaton) prova a risolvere i suoi problemi di lavoro, creando 3 cloni di se stesso. Sebbene la possibilità di clonare un uomo sia ancora molto distante, questa settimana ho scoperto un software che ti permette di creare un clone virtuale di te stesso. Grazie all’intelligenza artificiale (e ai dati che raccoglie dalla tua presenza on line) il software è in grado di rispondere a molte domande per tuo conto. Si chiama Molly (che non a caso ricorda Dolly) e rende la prima puntata della quarta stagione di Black Mirror molto più realistica.

04 / Questa settimana ho visto un film molto nostalgico: Trainspotting 2. In una scena del film, un cinico Sick Boy dice a un commosso Mark Renton che essere nostalgico è come fare il turista nella propria giovinezza. Te lo scrivo perché oggi la nostalgia è uno dei trend cinematografici (e sociali) che vanno di più, tanto da essere diventata una vera e propria strategia.

05 / Uno dei cantautori più nostalgici che preferisco è Tom Waits. Questa settimana ho scoperto che un programmatore svedese di nome Jonas Nordström ha creato una mappa con tutti i luoghi del mondo citati nelle canzoni di Tom Waits. La trovi qui.

06 / Su Fortune le 26 aziende americane con il maggior numero di soldi all’estero (e come Trump pensa di riportarli negli USA):

07 / Questa settimana sono uscite le fotografie in nomination per il sessantunesimo World Press Photo Contest. Le puoi vedere qui.

08 / Mentre su FastCompany è uscita la classifica delle 50 aziende più innovative del 2018.

Buon lavoro (e buon w.e.),
Jacopo