È Venerdì, crea bellezza come Enzo Ferrari! 🚗


Buongiorno!
Oggi è Venerdì, ecco alcune cose che mi fa piacere condividere con te questa settimana:

Enzo Ferrari e perché la bellezza è importante:

Come Platone ci ricorda nel suo Cratilo, la parola greca kalon, bellezza, ha la stessa radice di kaléo, chiamare. Ovvero, la bellezza attira. E questo è qualcosa che tutti i grandi imprenditori e innovatori sanno molto bene. Non a caso hanno sempre scelto di lavorare al fianco di grandi designer. Elon Musk ha Franz von Holzhausen, Adriano Olivetti aveva Ettore Sottsass e Steve Jobs aveva Jonathan Ive. Della stessa idea era Enzo Ferrari, per il quale un motore era buono solo se era bello. L’imprenditore di Modena era solito dire che il miglior progettista di motori sarebbe stato Palladio perché, anche se non si vedeva, un motore non doveva essere solo potente ma anche perfetto esteticamente. Il suo non doveva essere un rumore indistinto ma un’armonia di suoni. E questa spinta alla bellezza gli ha permesso di creare le automobili più belle e famose della storia del Novecento italiano. Quando ti inventi il lavoro la bellezza estetica di quello che fai ha una grande importanza. Una bella presentazione è più facile da comprendere, un bel sito è più facile da utilizzare e un bel prodotto è più facile da vendere. Qualsiasi cosa tu faccia dunque cerca di farla anche bella.

Leggi altre storie qui.


Un esempio di come la bellezza può cambiare la tua attività:

Nell’estate del 2009, Airbnb non stava avendo molto successo a New York, così i suoi fondatori cercarono di comprenderne il motivo e scoprirono che le fotografie delle case e delle stanze erano veramente scadenti e nessuno acquistava perché nessuno capiva il vero valore del servizio che proponevano. Così, noleggiarono una macchina fotografica da 5.000 dollari e andarono porta a porta a fare fotografie professionali a quante più case potessero. Questa intuizione, fece aumentare di tre volte le prenotazioni a New York e entro la fine del mese, i ricavi di Airbnb nella città raddoppiarono. Questo spiega perché Airbnb oggi offre servizi professionali gratuiti ai loro hosts in molte città. Platone aveva ragione, la bellezza vende.


Qualche strumento per fare delle belle presentazioni:

Quando ti inventi il lavoro passi molto tempo a fare e far vedere presentazioni (o almeno questo è quello che succede a me…). Una presentazione disordinata, con le immagini sgranate e sfuocate e un ammasso di colori e caratteri tipografici senza senso è molto più difficile da seguire e comprendere rispetto a un documento ordinato e chiaro. E quando la gente non ti comprende, non ti compra. Di seguito qualche strumento per rendere le tue presentazioni più belle:

  • Unsplash è una raccolta di fotografie gratuite ad alta definizione.
  • Prezi è uno strumento per fare presentazioni (io uso Keynote per Mac).
  • ToIcon è una raccolta di icone gratuite in vettoriale.
  • MyFonts è una raccolta di Font a pagamento e gratuiti.
  • Envato Market è un mercato on-line dove poter acquistare grafiche, immagini, template e molto altro.
  • Canva è uno strumento di grafica online.

Trovi altri strumenti qui.


La mia intervista a Veronica Valentini:

Su FIRED l’intervista a Veronica Valentini che ha lasciato il suo lavoro da ingegnere biomedico per dedicarsi a tempo pieno alla sua passione per il cucito e lanciare il brand Filo.Vero. Parliamo di bellezza, imprenditoria femminile ed errori.

Leggi qui altre interviste.


Altri link o cose interessanti che ho trovato in rete questa settimana:

01 / Un documentario (un po’ anni Novanta ma molto interessante – anche solo per il regista, Werner Herzog) sull’origine di Internet che ho visto questa settimana su Netflix.

02 / Le 100 Brilliant Companies del 2018 secondo Entrepreneur.

03 / 9 modi (di cui 8 gratuiti) per trovare la mail di chiunque.

04 / Il Digital Economy and Society Index 2018, ovvero la classifica dell’economia digitale in Europa (spoiler: l’Italia non è ai primi posti, anzi…).

05 / Sul NY Times, 6 cose che ricicliamo nel modo sbagliato.

06 / Questa settimana in SDA Bocconi abbiamo iniziato la concentration di imprenditoria degli Executive MBA, sono giornate intense (11 ore di lezione al giorno…) ma molto interessanti. Tra le testimonianze ospitate fino ad ora: Simone Bonetti di IBM ci ha parlato di Block Chain, Riccardo Terzi di Google ci ha parlato dell’importanza dell’imprenditoria interna all’azienda e le fondatrici di Madame Miranda di cosa vuol dire passare da manager a imprenditore.

Buon lavoro (e buon w.e.),
Jacopo