È Venerdì, realizza la tua folle idea come Marconi! 📻


Buongiorno,
Oggi è Venerdì, ecco alcune cose che mi fa piacere condividere con te questa settimana:

Guglielmo Marconi e l’importanza di realizzare la tua idea (anche quando ti dicono che è folle).

Alla fine dell’Ottocento, l’inventore italiano Guglielmo Marconi ebbe un’idea rivoluzionaria: utilizzare le onde elettromagnetiche per trasmettere messaggi. Così scrisse al ministero delle Poste e Telegrafi, al tempo guidato dall’on. Pietro Lacava, illustrando l’invenzione del telegrafo senza fili e chiedendo finanziamenti per proseguire negli esperimenti. Il ministro, con la lungimiranza tipica dei politici italiani, ritenne l’idea folle e la liquidò con la scritta “Alla Longara!”, cioè al manicomio di via della Lungara a Roma. Marconi fu quindi costretto a emigrare in Inghilterra dove trovò i fondi per continuare i suoi esperimenti e dare vita alla sua invenzione più importante grazie alla quale vinse il Nobel per la fisica nel 1909. Quando hai una nuova idea può succedere che le prime persone con cui ne parli la reputino infattibile, se non folle. Ma questo non ti deve scoraggiare. Come disse Larry Page, le buone idee sono sempre folli, fino a quando non lo sono più. Ed è vero. Il modo migliore per dimostrare a tutti che la tua idea non è folle, è realizzarla.

Leggi altre ispirazioni qui.


Come capire se la propria idea è folle oppure no?

Il modo migliore per capirlo è testare la tua idea sul mercato, ovvero realizzare un prototipo funzionate della tua idea e vedere come reagisce il tuo pubblico e, in base ai feedback che raccogli e a quella che è la tua strategia, aggiustare il tiro. Per farlo puoi lanciare un MVP (te ne ho parlato nella newsletter numero 42), oppure se è un prodotto o servizio digitale fare un A/B Test. Grazie alla tecnologia di cui disponiamo oggi puoi dare forma alla tua idea senza necessariamente ricorrere a grandi investimenti (come quelli che servivano a Marconi).

Per esempio se stai lavorando al prototipo della tua idea, questi strumenti potrebbero esserti utili:

– Marvel: https://marvelapp.com/
– Mockingbird: https://gomockingbird.com/
– MockFlow: https://www.mockflow.com/
– Invision: https://www.invisionapp.com/
– Flinto: https://www.flinto.com/
– SmartMockUps: https://smartmockups.com/
– Proto: https://proto.io/


Un libro: PostCapitalism: A Guide to Our Future

Questa settimana ho finito di leggere “PostCapitalism: A Guide to Our Future” del giornalista inglese Paul Mason. Un libro che prende in analisi i principali fallimenti dell’attuale sistema capitalistico e, in particolare, del movimento neo-liberista, cercando di proporre una traiettoria per andare oltre il capitalismo verso un’economia della condivisione. Trovi le mie note qui.

Trovi altri libri che ho letto (con relative note) qui.


Altri link o cose interessanti che ho trovato in rete questa settimana:

01 / Settimana scorsa il Canada ha legalizzato la cannabis anche per usi ricreativi. Qui trovi 18 settori che stanno venendo rivoluzionati dalla Cannabis.

02 / I Lego si stanno arrabbiando molto. Quando furono lanciati per la prima volta sul mercato, negli anni Settanta, gli omini della Lego avevano una sola espressione: il sorriso. Oggi le cose sono cambiate. Ci sono più di 10.000 versioni di omini della Lego, ognuno con un’espressione diversa, e, secondo questa ricerca, l’espressione più in crescita dagli anni Novanta ad oggi è la rabbia.

03 / Sul New York Times, perché le tue passioni, i tuoi hobby e le tue attività extra-curriculari sono la chiave della felicità.

04 / Una raccolta dei migliori tools per lavorare in remoto.

05 / Delle 200 aziende digital leader nel mondo, solo 8 sono in Europa. Sull’Economist perché, nonostante aziende come Spotify e DeepMind, l’Europa non riesca a stare al passo di giganti come gli USA o la Cina sui temi dell’innovazione digitale.

06 / Come sono fatti e di cosa sono fatti i nostri smartphone.

07 / Settimana scorsa l’incubatore di StartUps Y Combinator (uno dei più dinamici della Silicon Valley) ha pubblicato una classifica delle sue Top 100 startups (spoiler: Airbnb è in testa), che insieme hanno un valore che supera i 100 miliardi e in pochi anni hanno creato 28.000 posti di lavoro.

08 / 25 anni fa il 95% dei fondi di venture capital che investivano in Start Up erano americani. Oggi sono “solo” la metà. In questo articolo puoi vedere dove si stanno spostando gli investimenti nelle start up.

09 / La piattaforma di Gig Economy FIVERR (dove puoi trovare migliaia di professionisti per “lavoretti” di grafica, marketing e molto altro) ha lanciato un servizio di lezioni in remoto.

10 / Sul mio daily blog, una storia che mi ha fatto capire il ruolo di un padre, perché non diventerai mai ricco svendendo il tuo tempo e perché sono vegetariano (anche se adoro la carne).

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo