“Devi baciare molte rane, prima di trovare un principe.”

- Proverbio

#67: È Venerdì, tieni duro come Charles Bukowski! 👊

Buongiorno!
Oggi ti scrivo dalla Svizzera. Sono ospite dell’international school Les Roches per tenere un corso su Innovazione e Marketing.

Innovazione e Marketing sono due discipline molto legate tra loro perché per fare innovazione serve conoscere il mercato, e per fare marketing (che funziona) bisogna farlo in modo innovativo.

E quando fai marketing in maniera innovativa non è mai una questione di grandi budget, ma solo di grandi idee. Come questa.


Charles Bukowski e l’importanza di tenere duro.

Charles Bukowski iniziò a scrivere quando era ancora un adolescente, pubblicò il suo primo racconto breve nel 1943 a ventitré anni e continuò a scrivere (e inviare a molte case editrici) poesie e racconti per tutta la sua vita. Eppure, nessuno si accorse del suo talento fino al 1969, quando un piccolo imprenditore di nome John Martin vide in lui il nuovo Walt Whitman e aprì una casa editrice chiamata Black Sparrow con il solo scopo di pubblicare il primo romanzo di Bukowski: “Post Office” che introdusse il personaggio di Henry Chinaski e lanciò la carriera di uno degli autori più significativi del Ventesimo secolo. Quando ti metti in proprio, a volte può andarti bene al primo colpo, ma il più delle volte devi tenere duro per anni prima di realizzare il tuo sogno. E questa è una bella notizia, perché più tieni duro e più ci credi, più avrai la costanza e la determinazione per far durare il successo della tua attività nel lungo periodo.

Leggi altre ispirazioni

Come fare a tenere duro.

Come ho letto qualche tempo fa sull’oroscopo di Rob Brezsny, per migliaia di generazioni i nostri antenati sono stati capaci di procurarsi il cibo di cui avevano bisogno usando una tecnica chiamata caccia per sfinimento. Di solito non erano veloci come gli animali che inseguivano, ma avevano un vantaggio: potevano braccare la loro preda senza fermarsi finché quella si stancava, anche perché avevano meno pelo e quindi soffrivano meno il caldo.

Molti degli imprenditori che sono riusciti a realizzare i propri progetti non erano i più bravi o i più capaci, ma i più tenaci. Erano quelli che riuscivano a sopportare più a lungo la fatica e il disagio di continuare a provare a realizzare le proprie idee senza perdere l’entusiasmo e la determinazione. Erano sicuri che prima o poi ce l’avrebbero fatta e che la direzione era quella giusta, e sono sempre andati avanti per la loro strada.

Un libro: Silence.

“We live in the age of noise. Silence is almost extinct.”

Erling Kagge è un esploratore, collezionista, avvocato e autore norvegese. Nella sua vita ha avuto la fortuna (sempre più rara) di immergersi nel silenzio più assoluto della natura e coglierne la sua essenza più profonda. Nel sul libro “Silence”, racconta delle sue avventure tra i ghiacci, delle sue figlie adolescenti e di come oggi il silenzio sia in via d’estinzione. Ed è vero, viviamo nell’era del chiasso e ci stiamo dimenticando dell’importanza del silenzio. Non solo come suono, ma anche come stato mentale. Come momento per noi in cui diventare un’estensione di quello che ci circonda. Il silenzio viene spesso visto come qualcosa di inutile. Come il nulla. Ma non è così. E il libro di Kagge ci aiuta a capire che spesso l’essenziale non solo è invisibile agli occhi ma è anche impercettibile dalle orecchie.

Maggiori info sul libro.

Un grafico che ho trovato in Rete.

Gli animali domestici sono i nuovi figli. Il mercato dei servizi e dei cibi per cani e gatti è in crescita continua e anche le persone che lasciano in eredità i propri beni ai propri cuccioli.

Post dal mio blog e cose interessanti che ho trovato in rete.

Programmi senza codice.

Questa settimana sono stati pubblicati i 18 vincitori del Makers Festival, promosso da Product Hunt. La sfida quest’anno era lanciare prodotti tecnologici fatti senza codice, ovvero senza bisogno di saper programmare. Guarda i programmi

Idee che cambiano il mondo.

Su FastCompany invece le 17 idee vincitrici del 2019 World Changing Ideas Awards. Guarda le idee

Bombe Nucleari.

Questo sito mostra l’impatto che una bomba atomica avrebbe su una città. Per capire l’impatto, se su Milano sganciassero una Tsar Bomba morirebbero all’istante 2.360.822 persone. Sgancia la bomba

Smartphone society.

Una raccolta di fotografie che racconta il nostro rapporto con gli smartphone: li abbiamo sempre con noi e li usiamo sempre. Guarda le fotografie

Capire il problema è più importante che risolverlo.

Risolvere un problema è importante, e di “problem solver” è pieno il mondo. Ma quanti sono in grado di capire il problema da risolvere? Perché capire…  Leggi il mio post

Justification Narratives.

Ieri ho ascoltato un’intervista alla psicoterapeuta forense Gwen Adshead. Uno dei concetti più interessanti del podcast è quello di “Justification narratives”, ovvero…  Leggi il mio post

Se hai paura che ti rubino l’idea, vuol dire che non credi abbastanza in te stesso.

Una delle domande che mi fanno più spesso è come proteggere la propria idea. Risposta diplomatica: Puoi far firmare un NDA, puoi registrare la tua idea o quanto meno il tuo marchio oppure puoi registrare il brevetto. Ma la risposta vera è … Leggi il mio post


Muri Filosofici.

La Design Week sui Muri di Milano. #murifilosofici

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo