“Non puoi andare indietro nel tempo e cambiare l’inizio delle cose, ma puoi partire da dove sei e cambiarne la fine.”

- C. S. Lewis

#68: È Venerdì, trasforma i problemi come Hanson Gregory! 🍩

Buongiorno!
C. S. Lewis ha ragione. Spesso ci concentriamo troppo sul passato con l’improbabile illusione che le cose passate possano cambiare. Ma non cambiano. Punto. Quello che può cambiare invece è il nostro futuro.

Gli errori si fanno, gli imprevisti accadono e i bei tempi passano. Possiamo guardarci indietro e sperare che le cose brutte non siano mai successe e le cose belle ritornino. Oppure possiamo guardarci avanti e lavorare ogni giorno per far sì che il nostro futuro (e quello di chi verrà dopo di noi) sia meglio del nostro passato.


Hanson Gregory e l’importanza di trasformare un problema in un tratto distintivo.

Si dice che non tutte le ciambelle riescano con il buco, tuttavia le ciambelle non nascono con il buco. Non lo hanno mai avuto fino al 1847 quando un giovane marinaio di nome Hanson Gregory non gli diede questa forma. Gregory amava cucinare le ciambelle, ma la parte al centro spesso era poco cotta. E questo non gli piaceva. Così un giorno, mentre era a bordo di una nave mercantile, prese una piccola scatola di latta e fece un buco in mezzo alla pasta. Da quel momento, tutte le ciambelle hanno il buco. Anche se non cuciniamo ciambelle con il buco, a volte il modo migliore per risolvere un problema non è trovargli una soluzione, ma eliminarlo alla radice e trasformare la sua assenza nel proprio tratto distintivo.

Leggi altre ispirazioni

Come trasformare un problema in un tratto distintivo.

È molto semplice: focalizzati su quello (di buono) che hai e non su quello che non hai. Non pensare a cosa ti serve, ma a cosa puoi fare che gli altri non stanno facendo. Tutto qui.

Ti faccio un esempio. Nel 2003 Frédéric Mazzella, non possedeva alcun mezzo di trasporto proprio né aveva fondi per poterli acquistare. E questo può essere un problema quando il tuo obiettivo è lanciare un servizio di trasporto. Così Mazzella ha deciso di risolvere il problema eliminandolo alla radice: non aveva i soldi per comprare una flotta di auto, quindi ha inventato un nuovo modello di business che utilizza automobili di altre persone. E ha lanciato BlaBlaCar.

Un’intervista: Alessandra Lomonaco.

“La tecnologia abilita la nostra creatività ed è meritocratica. Se un’idea è valida e risponde a bisogni di mercato, non ci sono regole prestabilite o tetti di cristallo che possano limitare la nostra crescita.”

Questa settimana su FIRED ho intervistato Alessandra Lomonaco, esperta di innovazione e start up advisor che dopo vent’anni di carriera in azienda, sente il bisogno di cambiare lavoro (e identità), e mettersi in proprio.

Leggi l'intervista.

Un grafico che ho trovato in Rete.

Questo grafico compara l’Italia del Nord Ovest con Londra e riassume molto bene il problema numero uno dell’Italia, ovvero il capitale umano.

Post dal mio blog e cose interessanti che ho trovato in rete.

Sport e felicità.

I soldi non fanno la felicità. Lo sport sì. Una ricerca firmata Yale e Oxford dimostra come fare esercizio fisico renda più felici di fare (e avere) soldi. Leggi l’articolo →

Vegan King.

Burger King ha lanciato un nuovo panino hamburger fatto con carne artificiale prodotta da Impossible Foods. Ovvero un hamburger di carne senza carne. Leggi l’articolo →

Cause perse.

In questo breve post, Seth Godin spiega con una bella metafora perché è meglio lasciar perdere le cause perse. Leggi il post →

In difesa della nostra privacy.

Jumbo è una nuova app che ti permette di gestire la tua privacy sui principali social network e cancellarne la cronologia. Scarica la app →

Plasticarium.

La BCorporation Dopper ha costruito il primo “Plasticario”, ovvero un piccolo acquario che mostra come è realmente l’oceano, ovvero con sempre più plastica e sempre meno pesci. Guarda il video →

Troppe buone abitudini sono una cattiva abitudine.

Questo è il mio duecentesimo post di fila. A Ottobre mi ero dato l’obiettivo di scrivere un post di massimo 200 parole al giorno. E fino ad ora non ho mai saltato un giorno. La considero una buona abitudine. Tuttavia… Leggi il mio post →

Interazione o Distrazione?

In occasione della Milano Digital Week, sono stato invitato a parlare di Knowledge Interaction, ovvero di quali sono le ultime innovazioni che permettono alle persone di interagire con la conoscenza e la cultura. Ce ne sono molte… Leggi il mio post →


Muri Filosofici.

Sui Muri di Milano. #murifilosofici

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo