“Più diventiamo grandi, più smettiamo di crescere.”

#76: È Venerdì, trasforma un imprevisto in un’ispirazione come Dalla! 🎷

Buongiorno!

Quando è stata l’ultima volta che hai continuato a fare qualcosa che ti piace fare fino a svenire dal sonno? Quando è stata l’ultima volta che ti sei domandato il perché di tutto quello che ti circonda? Quando è stata l’ultima volta che hai provato a fare qualcosa, sei caduto, ti sei rialzato e sei andato avanti a cadere e rialzarti fino a quando non sei riuscito a farla? Quando è stata l’ultima volta che hai passato un’intera giornata ad imparare qualcosa di nuovo?

Te lo chiedo perché sono cose che i miei due figli fanno di continuo. E penso che ci sia molto da imparare da loro, così come da qualsiasi altro bambino. Perché ho come l’impressione che più diventiamo grandi più smettiamo di crescere. E questo è un peccato.


Lucio Dalla e l’importanza di trasformare un imprevisto in un’ispirazione.

Durante un’estate di molti anni fa, Lucio Dalla è in barca nei pressi di Napoli. A un certo punto il motore della sua imbarcazione si guasta e così il cantautore si trova costretto a interrompere la sua vacanza e fermarsi in un albergo a Sorrento. La sera, mentre parla con il barista dell’albergo, scopre che nella sua stanza aveva soggiornato anche il tenore Enrico Caruso. Da questa storia, Dalla trae l’ispirazione per scrivere una delle sue canzoni di maggior successo, “Caruso”, che ha venduto 40 milioni di copie ed è stata interpretata da decine di cantanti, da Pavarotti ai Metallica. Ti ho raccontato questa storia perché sul lavoro sono molti gli imprevisti che possono succedere e, soprattutto se lavori in proprio, sta solo a te scegliere come affrontarli. Puoi vederli come qualcosa di negativo da evitare in tutti i modi. Oppure come un’occasione per fare le cose in maniera differente e avere nuove idee.

Leggi altre ispirazioni

La giusta mentalità per vedere gli imprevisti come opportunità.

Il mio amico Franco Guidi ha una storia professionale che sembra scritta nel suo DNA. Padre, dipendente con una carriera di quarant’anni sempre nella stessa azienda, e nonni imprenditori. All’inizio Franco sembra seguire le orme del padre, e per anni passa da un lavoro come dipendente a un altro. Poi a 52 anni abbandona la vita sicura del manager per lanciarsi in quella più “avventurosa” dell’imprenditore e fonda “Lombardini22”, che in dieci anni diventa uno degli studi di architettura più grandi e importanti d’Italia.

Un giorno mi ha detto una frase che riassume bene l’attitudine necessaria per trasformare un imprevisto in un’opportunità: «È meglio colpire un pallone di testa che prendere un pallone in testa. La palla arriva, e molto probabilmente ti colpirà. Su questo non puoi farci nulla. Però quando sei un imprenditore puoi scegliere se vedere la palla come un’occasione per fare goal e quindi colpire di testa, oppure vederla come una minaccia, non fare nulla e rischiare di prendere un colpo in testa».

Leggi l’intervista a Franco Guidi su FIRED.

Un grafico che ho trovato in Rete.

Crescere auto-finanziandosi (sotto) vs crescere attraverso capitali di terzi (sopra).


Link & Post.

Scelte climatiche.

In questo sito puoi vedere le diverse opzioni che hai per ridurre il tuo impatto ambientale. Riduci il tuo impatto

Siti facili.

Uno strumento molto facile da usare per costruirsi la propria pagina web. Costruisci il tuo sito

Robot Artisti.

La robot artista Ai-Da, in grado di dipingere osservando quello che la circonda, ha inaugurato la sua prima mostra. Leggi l’articolo

Vacanze d’impatto.

Sul NY Times un articolo che mette in luce l’impatto ambientale che creiamo quando viaggiamo. Spoiler: è molto alto. Leggi l’articolo

Rabbia cittadina.

A Ny stanno testando un metodo per ridurre lo stress e la rabbia dei cittadini. In diversi luoghi della città hanno messo dei pungiball gialli. Tira un pugno

Soggiorni da Serie.

Per la sua ultima campagna, Ikea ha rifatto alcuni soggiorni di serie televisive con i propri mobili. Geniale. Guarda la campagna

Meglio puntare ad essere migliori che i migliori.

È meglio puntare ad essere migliori che i migliori. Puntare a migliorarsi ogni giorno, piuttosto che puntare ad essere il meglio in qualcosa. Perché… Leggi il mio post


Muri Filosofici.

L'amore sui muri di Milano. #murifilosofici.

Buon lavoro (e buon week end),
Jacopo