Mr. Mojo Risin

Penso che tutto passi dalla musica. Come tutto passa dall’arte. La storia intera dell’uomo, i suoi pensieri e la sua evoluzione potrebbe essere racchiusa in una canzone o in un quadro. Perché la musica, come l’arte, è l’espressione più sincera del sentimento dell’uomo. Una canzone è una fotografia di un preciso momento storico in un preciso contesto spazio temporale. E’ per questo che mi piace ascoltare sempre musica nuova, diversa e genuina. Perché ascoltare musica nuova mi permette di capire dove sta andando il mondo e cosa il mondo vuole comunicare. Questi i nuovi album ascoltati nel primo trimestre del 2012:

– Zomby, Dedication.
– Fucked Up, The Chemestry Of Common Life.
– The Wooden Sky, Every Child a Daughter, Every Moon a Sun.
– The Avett Brothers, I And Love And You.
– Laura Gibson, La Grande.
– Lana Del Rey, Born To Die.
– Memoryhouse, The Slideshow Effect.
– Fanfarlo, Rooms Filled With Light.
– Chairlift, Does You Inspire You.
– The Mars Volta, Noctourniquet.
– Michael Kiwanuka, Home Again.
– Howler, America Give Up.
– Plant Animals, The End Of That.
– Bruce Springsteen, Wrecking Ball.
– Andrew Bird, Break It Yourself.
– The Magnetic Fields, Love At The Bottom Of The Sea.
– Frankie Rose, Interstellar.
– Julia Holter, Ekstasis.
– First Aid Kit, The Lion’s Roar.
– Needtobreathe, The Outsiders.
– Dry The River, Shallow Bed.
– Wilco, The Whole Love.
– White Hills, H-p1.
– Tom Waits, Bad As Me.
– Tim Hecker, Ravedeath, 1972.
– Seefeel, Seefeel.
– Peaking Lights, 936.
– Luup, Meadow Rituals.
– Kurt Vile, Smoke Ring For My Halo.
– King Creosonte & Jon Hpkins, Diamond Mine.
– John Foxx & Robin Guthrie, Mirrorball.
– Gillian welch, The Harrow & The Harvest.
– Bon Iver, Bon Iver.

Nonostante il livello qualitativo degno di gran parte degli album non ho potuto fare a meno di percepire un generale stato di “moscezza”. Mosce le canzoni, mosci i testi, moscio il modo di cantare, moscia la musica. Il che ci sta, la società contemporanea occidentale è permeata da un grado di moscezza dilagante. L’economia è moscia, l’arte è moscia, la cultura è moscia e anche la politica ha raggiunto un livello di moscezza unico nella storia. Però perché la musica dovrebbe essere moscia? Nessuno obbliga nessuno a fare musica. Chi fa musica è libero di non farlo ma se lo fa dev’essere una celebrazione, un trionfo della gioia di poter far musica. Smoscezza a parte, dei venti album ascoltati queste le canzoni che mi sento di suggerire:

– The Wooden Sky, Every Child a Daughter, Every Moon a Sun.
– The Avett Brothers, I And Love And You.
– Fanfarlo, Rooms Filled With Light.
– Plant Animals, The End Of That.
– Bruce Springsteen, Wrecking Ball.
– First Aid Kit, The Lion’s Roar.
– Needtobreathe, The Outsiders.
– Kurt Vile, Smoke Ring For My Halo.