Steve Jobs e l’importanza di vendere solo prodotti che consiglieresti ai tuoi amici.


A metà degli anni ’90, la Apple stava affrontando uno dei suoi momenti più difficili. Per far fronte alla crisi, il management introdusse alcuni nuovi brand vendendo di fatto macchine tra loro molto simili ma con prezzi differenti a seconda dei mercati. Tuttavia, nessuno di questi prodotti aiutò l’azienda californiana a risollevarsi e le sue azioni continuavano a scendere. Così, dopo una serie di fallimenti, l’allora Amministratore Delegato Amelio chiese a Steve Jobs di ritornare in Apple.

Una volta a capo della sua azienda, Jobs tagliò il numero di prodotti del 70%, focalizzandosi unicamente su quelli che si sentiva di consigliare ai suoi amici: il Power Mac G3 e il PowerBook G3. Un anno dopo, l’azienda passò da perdite pari a più di un miliardo di dollari a un profitto di centinaia di milioni di dollari.

Seguendo questo esempio, il modo migliore per vendere qualcosa è vendere prodotti o servizi che noi per primi compreremmo e che ci sentiremmo di consigliare ai nostri amici. In questo modo possiamo costruire una relazione sincera e di lungo periodo. Quando stiamo vendendo i nostri prodotti, è consigliabile domandarsi se li venderemmo al nostro migliore amico. E se la risposta è no, meglio cambiare prodotto.

A domani, Jacopo.

Leave a Comment