Bulimia musicale.


Il bello di una canzone è che può essere fatta propria. Anche se la canzone è sempre la stessa per tutti. Il fatto di averla ascoltata in una certa occasione, il fatto di essere legata ad un ricordo o a un’esperienza, la rende unica. La rende la colonna sonora dei nostri ricordi. Tuttavia, per trasformare una canzone nella propria canzone serve tempo. Serve tempo per rendere proprio quella canzone unica. Bisogna ascoltarla e poi riascoltarla. E questo accade sempre meno. Viviamo in un periodo di bulimia musicale. Abbiamo centinaia di canzoni nuove ogni giorno. Cambiamo di continuo da una canzone all’altra. Spotify. Amazon o YouTube ci danno la possibilità di ascoltare qualsiasi canzone in qualsiasi momento. Consumiamo canzoni, senza dar loro il tempo di diventare le nostre canzoni.

A domani, Jacopo.

Leave a Comment