Imprese alla Popper.


In merito alla veridicità di una teoria, Karl Popper aveva le idee piuttosto chiare. Per il filosofo austriaco esistono solo due tipi di teorie:

  • Le teorie che sappiamo essere sbagliate, poiché sono state testate e rifiutate, quelle che Popper le teorie “falsificate”);
  • Le teorie che ancora non sappiamo essere sbagliate, che non sono ancora state falsificate, ma che potrebbero esserlo.

In quest’ottica potremmo dire che qualsiasi verità è solo un punto di passaggio tra un errore e un altro, o, per dirlo alla Popper, tra una falsificazione e l’altra.

Questa teoria può essere vista in due modi:

  • Un modo negativo: se tutto prima o poi verrà falsificato che senso ha proporre nuove teorie?
  • Un modo positivo, o meglio propositivo, come uno sprone a trovare nuove soluzioni e a innovare di continuo.

Lo stesso vale per l’imprenditoria. Riprendendo la teoria di Popper potremmo dire che esistono solo due tipi di aziende:

  • Le aziende che sono fallite perché non hanno saputo innovarsi.
  • Le aziende che ancora non sono fallite, ma che falliranno se non saranno in grado di innovarsi.

A domani, Jacopo.

Leave a Comment